Isola d'Ischia

L’isola d’Ischia è una piccola ma al contempo grande perla del Golfo di Napoli che attira ogni anno migliaia di turisti per le sue peculiarità che sono varie, cosi come le sue mille sfaccettature, dalle fonti termali alle vette dell’ Epomeo , dai percorsi boschivi alle acque cristalline, dai giardini botanici ai richiami storici.

Com'era e chi era

Nel tempo sono stati attribuiti vari nomi all’isola, tutti rappresentanti i tratti predominanti che la caratterizzano: Pithekoussai, ovvero in greco “isola delle scimmie” ma anche “pithos” (vaso), in quanto ancora oggi è molto attiva l’attività vasaia con ceramiche e terrecotte molto spesso acquistati come souvenirs dai turisti; Iscla Maior, che distingueva l’isola vera e propria(isola maggiore) dal Castro Gironis, oggi noto come Castello Aragonese, il quale situato nel Borgo d’Ischia Ponte è un rimarcabile esempio di storia , cultura e architettura aperto sia al pubblico che ad eventi di rilievo come l’Ischia Film Festival; Aenaria, dal latino “metallo”, indica la lavorazione del metallo, del rame e dell’argilla che era fiorente e confermava l’evolversi dell’economia, ora Aenaria rappresenta la “l’isola sommersa” che fu distrutta e sommersa appunto da un’eruzione vulcanica, ma la si può vedere facendo delle escursioni al di sotto del Castello.

La maggiore affluenza si ha da Marzo ad Ottobre, periodo in cui il clima è mite e caldo, seppur con sporadiche piogge primaverili e autunnali che regalano comunque scenari molto suggestivi, ad oggi l’afflusso di persone è dovuto soprattutto allo specchio d’acqua che la circonda, le spiagge sono varie e differenti tra di loro ed il mare ha sfumature che vanno dal verde chiaro al blu smeraldo.

Le 6 facce dell'Isola

L’isola è divisa in 6 comuni: Ischia, Casamicciola Terme, Lacco Ameno , Forio d’Ischia , Serrara Fontana e Barano d’Ischia, tutti limitrofi tra di loro e circondanti la vetta più alta dell’isola, ovvero il Monte Epomeo, che con i suoi 789 m offre percorsi di trekking ed una vista mozzafiato su tutta l’isola e le isole limitrofe come Capri, Procida e Vivara, ma dal quale , raggiungendo la vetta soprastante l’Eremo di San Nicola, si distingue anche tutta la terraferma.

La zona ovest dell’isola, corrispondente ai comuni di Forio e Serrara Fontana, vanta un Tramonto meraviglioso e possiede la costa più ricca, dalla Baia di San Francesco, frastagliata e accarezzata dal maestrale ,alla Baia di Citara , ricca di sedimenti fangosi e spiaggia fine , per terminare con il Borgo di Sant’Angelo che spicca per la sua particolare bellezza e tipicità, come se fosse un’isola nell’Isola. Degne di nota e soprattutto visita sono senza dubbio le acque termali naturali che confluiscono nella Baia di Sorgeto, dove è piacevole immergersi tutto l’anno proprio grazie alle temperature alte dell’acqua termale e a quella temperata del mare che le circonda.

Casamicciola Terme e Lacco Ameno sono note per la loro esclusività termale, infatti il sottosuolo di questi comuni è ricco di fumarole e sorgenti termali , che ritroviamo nei parchi termali Negombo e Castiglione e nelle Terme Comunali Belliazzi. A Lacco Ameno, sotto la collina di Monte Vico troviamo la Posidonia oceanica, pianta che svolge un ruolo fondamentale per la preservazione dell’ambiente marino visibile anche facendo un giro dell’isola in barca e tuffarsi nell’acqua fresca e pulita, facendo attenzione alla salvaguardia dell’ecosistema marino.

A sud dell’isola verde troviamo la Spiaggia dei Maronti, la più lunga dell’isola, caratterizzata da un fondale da subito profondo e ricco di ghiaia, il bagnasciuga molto peculiare lo si descriverebbe come dei mini cristalli di sabbia circondati dalle colline e cave , come “Cava Scura” con terme antiche romane all’aperto. Nel comune di Barano , troviamo anche la Fonte dei Nitrodi , la cui acqua ha delle proprietà curative sia per disturbi e problemi della pelle che per l’ organismo in sé.

Ischia si divide in Porto e Ponte, la prima zona è il cuore turistico dell’isola, vi è la zona portuale con maggiore affluenza e nel corso principale i negozi di prodotti tipici, come limoncello, rucolino o salame di coniglio, si alternano a boutique e gioiellerie di alto rilievo. Ischia ponte invece è un piccolo e caratteristico borgo nel quale è possibile fare piacevoli passeggiate fino a raggiungere il piazzale del borgo circondato dagli scogli di Sant’Anna dove è d’uso fare il bagno d’estate, vista l’acqua cristallina che li circonda e la presenza maestosa del già citato Castello Aragonese, simbolo dell’isola.

Queste sono solo alcune delle facce di quest’isola meravigliosa, molto spesso sottovaluta o poco conosciuta, perciò  non resta che vedere il tutto di persona, perdendosi nel mare blu sotto un cielo rosso sorseggiando un bel bicchiere di Vino.

Spiaggia degli Inglesi

Spiaggia degli Inglesi È situata in fondo al borgo di Sant’Alessandro , poco lontano da...

Giardino Eden Ischia

Giardino Eden Ischia Affacciato sull’affascinante baia di Carta Romana, dinanzi al Castello Ar...

Torre di Guevara Ischia

Torre di Guevara Ischia La torre domina la meravigliosa Baia di Cartaromana ed è posta di fro...

Il by night Ischitano

Il by night Ischitano L’Isola d’Ischia è famosa soprattutto per le sue spiagge e...