Barano d’Ischia: fra mare e relax delle terme ischitane

Barano d’Ischia è uno dei comuni più sorprendenti dell’isola di Ischia perché nasconde tante di quelle bellezze che è impossibile non innamorarsene già dalla prima volta che si ha la fortuna di calpestare le terre di questo incantevole angolo di Ischia.

La conformazione del territorio unisce alture, dal panorama che mozza il fiato, a vallate che celano dei canyon custodi di vere e proprie terme a cielo aperto. Come detto prima, Barano d’Ischia è un luogo che ama sorprendere e unisce spiriti e attrazioni differenti.

Proprio in questo luogo si trova un’altra sorgente naturale, quella delle Nitrodi custodisce documentazioni risalenti al periodo greco e romano. Inoltre, sono numerose le testimonianze contadine e rurali tipiche dei tanti borghi che sorgono nel territorio di questo comune.

Come arrivare a Barano d’Ischia

Non essendoci un molo d’attracco nella parte marina di Barano d’Ischia, la cosa migliore da fare è quella di prendere un traghetto da Napoli o da Pozzuoli con destinazione Ischia Porto e da lì proseguire con mezzo di trasporto privato oppure con un taxi alla volta del comune.

 Nel caso in cui queste due opzioni non fossero quelle preferite o le migliori, in alternativa si può anche optare per un autobus della linea di trasporti pubblici locale, non solo sono numerosi, ma sono anche noti per la loro efficienza.

Cosa vedere a Barano d’Ischia

Dire che c’è l’imbarazzo della scelta sulle cose da vedere a Barano d’Ischia equivale quasi al dire un’ovvietà. Essendo un comune che unisce, letteralmente, mari e monti, le attrazioni da poter visitare in questo comune si stendono dalla cima dei monti fino al profondo degli abissi.

Non può infatti mancare un’escursione nella pineta di Fiaiano, un polmone verde non solo per il comune di Barano d’Ischia ma anche per tutta l’isola. Questa pineta, inoltre, è un vero e proprio sogno a occhi aperti che regala costantemente viste mozzafiato e panorami imperdibili sulla costa ischitana e sull’azzurro mare che circonda l’isola.

Nella Pineta si trova anche un adventure park che può allettare la curiosità dei più. Immancabile poi a Barano d’Ischia è la ndrezzata, il ballo popolare tipico di questa parte dell’isola. Come già detto, le origini di questo comune sono per lo più contadine e fortissima è la tradizione che vive tutt’oggi nel suo popolo, di cui questo ballo è espressione forte e viva.

Le spiagge di Barano d’Ischia

Una delle più famose spiagge di Ischia si trova proprio a Barano d’Ischia. Si parla della nota Spiaggia dei Maronti, nota soprattutto per la sua estensione.

È un tratto di costa lungo 3Km che unisce i poli di Cava Petrelle fino alle Fumarole (in prossimità del borgo di Sant’Angelo). Nonostante il grande rilancio commerciale che questa zona ha vissuto negli ultimi anni, la sua natura selvaggia è ancora oggi ciò che maggiormente caratterizza questo tratto di costa di Barano d’Ischia.

Le terme di Casamicciola Terme

Site nella frazione di Buonopane di Barano d’Ischia, le Nitrodi sono fra le più antiche sorgenti termali ischitane nonché fra le più apprezzate per la cura di fistole, ulcere, piaghe da decubito, alopecia e psoriasi. I parchi termali del comune comprendono però anche le affascinanti terme a cielo aperto di Cavascura e dell’Olmitello, dei canyon naturali che nascondono sorgenti curative e il cui fascino è un puro incanto: andare per credere.