Barano d'Ischia

ììIl comune di Barano d’Ischia è poco trafficato e caratterizzato dal quiete e tranquillità; la sua peculiarità è quella di racchiudere in sé tutte le caratteristiche dell’isola: il mare, la montagna, le terme(Fumarole), le feste e le sagre, che permettono di far rivivere periodicamente (soprattutto durante la stagione estiva) la tradizione contadina del posto. Le fonti di OlmitelloCavascura nella baia dei Maronti sono molto conosciute,sin dai tempi antichi, per le loro proprietà benefiche.Pare infatti che già gli antichi romani avessero l’usanza di curare i loro malanni concedendosi del tempo nelle acque calde delle fonti di Cavascura, che si trovano incastonate in un canion che si trova in prossimità della spiaggia dei Maronti. Anche la fonte di Nitrodi, collocata all’interno nella frazione di Buonopane, ha una lunga storia leggendaria che racconta delle ninfe “Nitrodes” e di divinità della tradizione grecoromana. In quanto paese fortemente legato alla sua tradizione e al suo folklore, Barano conserva ancora oggi, grazie all’impegno di gruppi di persone che si tramandano la passione di padre in figlio, la tradizione del suo ballo tradizionale,chiamato ‘Ndrezzata:un ballo popolare dal ritmo incalzante , quasi ipnotico, che simula un combattimento tra due fazioni avverse.