Pasquetta ad Ischia

Pasquetta a Ischia

Le classiche domande di cui nessuno conosce la risposta: cosa fai a Capodanno? Cosa si fa il Primo maggio o a Pasquetta?

Quest'anno, però, abbiamo una risposta per una di queste domande: Pasquetta a Ischia! L'isola è l'ideale per una vacanza in coppia, in famiglia e da soli. Di seguito alcune delle tante cose da fare in questa giornata di festa.

Cosa fare ad Ischia a Pasquetta

Una delle tante soluzioni per passare Pasquetta a Ischia è una gita al Monte Epomeo in sella. Da qualche anno è stata fatta rivivere un'antica tradizione: far salire i turisti in sella ad un mulo. È possibile anche salire a cavallo, che è un pochino più mansueto del suo collega mulo.

In alternativa si può trascorrere una giornata con l'Associazione NEMO che nasce per proporre e diffondere la cultura del mare, e lo fa attraverso l'organizzazione di corsi di immersione, escursioni ambientali guidate in trekking e snorkeling, escursioni e corsi in canoa e barca a vela.

Se invece si vuole trascorrere una Pasquetta ad Ischia nella maniera più classica, e cioè con un pic nic, non c'è che da scegliere una delle tante pinete isolane come quelle di Ischia, Casamicciola o di Barano. L'importante è lasciare il luogo incontaminato dall'immondizia dato che l'isola necessita di un ambiente salubre per la crescita delle piante rare che ospita.

Per chi non ha voglia di organizzare un pic nic, ma non vuole comunque rinunciare a un pasto tipico, consigliamo di assaggiare la “Zingara”. Questo piatto tipico non è altro che un panino alla piastra farcito con crudo, mozzarella, pomodoro e insalata. Certo, così potrebbe sembrare un piatto scontato, ma volete mettere la mozzarella campana e dei pomodori cresciuti al sole che sprigionano un profumo paradisiaco?

Un'altra alternativa per Pasquetta a Ischia è una delle tante spiagge isolane dove poter fare un bagno e prendere un po' di sole. Se si prediligono i fondali bassi, sarà meglio andare a Chiaia o alla spiaggia di San Montano. Se invece si preferiscono situazioni tranquille, anche se più complicate da raggiungere, allora c'è da andare a Cartaromana, alla spiaggia di Cava Grado o alla spiaggia degli Inglesi.

Ischia, come molti sapranno, è famosa per le sue sorgenti termali, presenti ovunque nel territorio. Molte strutture alberghiere hanno dei reparti termali interni, spesso in convenzione con il Sistema Sanitario Nazionale, che si rivelano l'ideale per chi si vuole rilassare senza troppi spostamenti.

Certo, una visita alle sorgenti Nitrodi sarebbe doverosa. Queste sorgenti, note sin dall'epoca romana, sono tra le poche che possono anche essere bevute, e sono riconosciute dal Ministero della Salute per le loro eccezionali proprietà diuretiche e curative.

A Pasquetta a Ischia si possono visitare anche i parchi termali Poseidon o Negombo. Generalmente, in questi parchi i ragazzi sotto i 12 anni non possono accedere alle acque termali, ma vi sono delle piscine pensate proprio per loro. Entrambi i parchi termali hanno accesso alla spiaggia e sono protetti, alle loro spalle, dalla variegata flora dell'isola d'Ischia.