La Cattedrale dell’Assunta si erge nel Borgo di Ischia Ponte, poco distante dal Castello Aragonese. Dedicata alla Madonna della Scala, oggi è considerata il Duomo d’Ischia. La Cattedrale fu eretta inizialmente nei pressi della spiaggia vicino al Castello, nel 1388, e fatta edificare dal governatore d’Ischia Pedro Cossato che ne affidò la gestione ai padri agostiniani.

Successivamente, la cattedrale fu distrutta per ben tre volte e ricostruita subendo diversi cambiamenti diventando la nuova Cattedrale solo nel 1810. Durante i lavori fu ampliata, e oggi si presenta con un’ampia facciata in stile barocco. Internamente invece ci sono tre navate sormontate da una grande cupola, illuminate da molta luce naturale che si irradia ovunque. Le pareti della Cattedrale accolgono dipinti principalmente settecenteschi, come le opere dell’artista Giacinto Diano, mentre sul battistero ci sono dipinti raffiguranti Santa Monica e Santa Rita.

Nel 1596 lateralmente alla Cattedrale fu costruita un’imponente torre di guardia a pianta quadrata, come riparo dalle scorrerie da parte dei pirati, oggi utilizzata come campanile.