Castello Aragonese Ischia

Castello Aragonese Ischia

Nel meraviglioso borgo di Ischia Ponte, il maestoso Castello Aragonese Ischia ponte, situato su un isolotto, è considerato il simbolo indiscusso dell’isola d’Ischia.

Edifici militari del castello aragonese

Nel 474 a.C. fu probabilmente fatto costruire da Gerone, tiranno di Siracusa, come città fortificata. Poiché un tempo era completamente circondato dall’acqua, era un rifugio sicuro dagli attacchi dei pirati, non solo per la nobiltà ma anche per la popolazione.

Il suo periodo di massimo splendore risale al XVI secolo, a partire da Alfonso di Aragona che lo restaurò e gli diede un nuovo aspetto, arricchito da mura a strapiombo sul mare, le quattro torri e soprattutto la galleria scavata nella roccia.

Alfonso d’Aragona fece anche costruire un ponte di legno per poter raggiungere più facilmente l’isola maggiore, poi sostituito da uno in pietra, ancora oggi esistente. Verso i primi del 1500 la rocca ospitava quasi 2000 famiglie, oltre il Convento delle Clarisse, l'Abbazia dei Basiliani di Grecia, il Vescovo col Capitolo, il Seminario ed il Principe con la guarnigione. Furono edificate tredici chiese tra cui la Cattedrale che nel 1509 ospitò le nozze fra la poetessa Vittoria Colonna e Ferdinando Francesco d’Avalos.

Durante il suo soggiorno, Vittoria Colonna si circondò di cavalieri, poeti e artisti fra cui Michelangelo Buonarroti che, secondo alcune storie, era legato a lei da un profondo legame. Questo rese il Castello un importante centro culturale, politico e spirituale.

Nel 1700 la popolazione e la nobiltà cominciarono a trasferirsi sull’isola maggiore. Nel 1823 Ferdinando di Borbone adibì il Castello a carcere, e successivamente fu utilizzato per imprigionare i cospiratori contro il Regno delle Due Sicilie. Dal 1912 il Castello Aragonese appartiene a privati. Oggi è possibile ammirare il suo antico splendore con visite guidate percorrendo la galleria fatta scavare da Alfonso d’Aragona, con la possibilità di visitare il Convento delle Clarisse, i resti della Cattedrale dell’Assunta e molto altro.

Sul Castello Aragonese inoltre è presente l'hotel Il Monastero, ristrutturato ma fedele alle usanze dell'epoca. Per chi vuole rilassarsi e staccare la spina è un ottima meta, wifi e tv sono del tutto assenti. Prenota l'hotel Aragonese Ischia.

Vale la pena una visita anche per poter godere degli scorci meravigliosi sulla baia di Cartaromana e il Borgo di Ischia Ponte.

Orari e Apertura

Oggi il Castello fa anche da cornice a diversi eventi artistici e culturali.

Aperto tutto l'anno, 7 giorni su 7.

Dalle ore 9 alle 16 d'inverno.

Dalle ore 9 alle 20 d'estate.

Caffetterie e bookshop possono avere orari differenti rispetto a quelli di visita e giorni di chiusura.

L'ultimo biglietto viene emesso un'ora prima della chiusura.

Adulti € 10,00 Gruppi (> 20 pax)

€ 9,00 Ragazzi 10-14 anni

€ 6,00 Bambini 0-9 anni gratis

* Dal 1912 il Castello è proprietà privata: l'ingresso è a pagamento. La famiglia proprietaria ne cura direttamente i restauri e la manutenzione grazie al costo del biglietto d'ingresso e alla gestione di tutte le attività presenti, rappresentando uno dei rarissimi esempi, in Italia, di monumento privato che si auto finanzia, senza necessità di ricorrere a contributi pubblici.

Come raggiungere il Castello

Il Castello è raggiungibile con un taxi oppure con il bus per Ischia ponte, di norma il bus passa ogni 20 minuti sulle principali fermarte del comune di Ischia.

Scarica gli Orari Bus Ischia