Baia di Sorgeto Ischia

Baia di Sorgeto a Ischia

In località Panza, a Forio d’Ischia, si nasconde un tesoro termale: la Baia di Sorgeto. Non facile da raggiungere, ma davvero suggestiva, questa insenatura è frequentatissima da turisti e abitanti dell’isola.

Come mai? Per le sue acque termali, soprattutto!

Se volete visitare questo lido e trascorrere qui sull’isola le vostre vacanze, approfittate delle nostre offerte sugli hotel di Ischia: a prezzi speciali potete alloggiare in splendidi alberghi poco distanti dalla Baia di Sorgeto, godendo del trattamento di mezza pensione o pensione completa, bevande incluse.

Inoltre, nel pacchetto è sempre compreso il collegamento con l’isola via traghetto e autobus, in partenza da tutta Italia. Una volta trovato l’albergo, andiamo a conoscere meglio la baia e la spiaggia di Sorgeto, iniziando con le indicazioni per raggiungere questo ameno lido ischitano.

Come raggiungere la Baia di Sorgeto

Via terra non è facile raggiungere la Baia di Sorgeto, ma la fatica viene completamente ripagata dal privilegio di poter godere di un vero e proprio centro termale all’aperto. Partiamo dallo spiazzo sulla collina di Punta Chiarito, che domina l’intera baia. Da qui, iniziamo un percorso lungo di ben 250 scalini, faticosi soprattutto in salita al ritorno.

Via terra questo è l’unico modo per raggiungere la spiaggia. La fatica viene ripagata quasi subito da una bellissima vista sul mare e sull’insenatura: il piacere per gli occhi distrarrà dallo sforzo che dovrete fare con le gambe. D’estate, invece, è attivo un servizio di taxi boat che parte dalla vicina località di Sant’Angelo a Serrara Fontana.

Terme libere di Ischia

Ischia è un’isola d’origine vulcanica e proprio i vulcani hanno reso ricco il suo terreno e le sue acque. Qui c’è la più alta concentrazione di terme di tutta Europa e alcune di questo sono libere e gratuite.

La Baia di Sorgeto è proprio una di queste. Tra gli scogli si trovano vere e proprie piscine termali non solo gratuite ma frequentabili tutto l’anno. La temperatura di queste acque si attesta sempre intorno ai 35/37 gradi, perciò è possibile immergervisi anche in inverno, facendo però attenzione a coprirsi una volta usciti dall’acqua. Un altro accorgimento è di non camminare a piedi nudi sugli scogli che caratterizzano la baia.

Oltre a scottare, potrebbero essere taglienti. Bastano delle comuni scarpe o ciabatte di gomma per ovviare al problema. Come ultima raccomandazione, fate attenzione a camminare sugli scogli scivolosi, anche con le scarpe, e a scendere verso la baia. Se non siete abituati all’ambiente roccioso, potrebbe non essere molto agevole muoversi. Detto questo, poter approfittare di questi bacini termali che sgorgano nel mare è un’esperienza indimenticabile.

All’interno del promontorio ci sono fonti d’acqua bollente che poi fuoriesce nel mare.

L’incontro con le correnti marittime ne abbassa la temperatura, fino ai 35/37 gradi già citati, creando delle vasche di rilassante e benefica acqua termale.

Quest’acqua è consigliata per trattare diverse patologie tra cui i reumatismi, l’artrosi, problemi circolatori, respiratori e dermatologici. In alcuni punti le correnti marittime non sono in grado di mitigare la temperatura dell’acqua che sgorga dalle fonti termali; qui si possono raggiungere i 90 gradi, temperatura sufficiente a bollire alcuni alimenti! Immergersi in questi punti è ovviamente sconsigliabile, ma qualcuno ne approfitta per prepararsi da mangiare!

Oltre all’acqua termale, dalle rocce vulcaniche si può raccogliere del sedimento argilloso con cui fare veri e propri fanghi, come in una Spa. Lasciando le vasche, potete raggiungere un piccolo litorale roccioso e qui far seccare i fanghi che avete applicato sulla pelle.

La spiaggia di Sorgeto

Nella caletta è presente uno stabilimento balneare, non molto grande, che rende Sorgeto non solo un centro termale ma anche una spiaggia. Prima di scendere alla baia, e sulla spiaggia stessa, sono presenti bar e ristoranti in cui potervi rifocillare.

D’estate il sole batte su questa spiaggia tutto il giorno, perciò in molti la frequentano verso il tramonto e di notte, quando le temperature esterne sono più basse e il sole meno forte.

D’inverno, invece, quando il clima lo permette, è consigliabile frequentare la spiaggia e le sue terme naturali nelle ore centrali della giornata. Se non bastassero le terme, in questa insenatura è possibile praticare lo snorkeling: i fondali marini di Sorgeto vi permettono di osservare da vicino scorfani, stelle marine, pinterré, pettinesse, ghiozzetti, bavose, ricci, sconcigli, castagnole, polpetti, cavallucci marini, seppie e gamberetti.

Vi è venuta voglia di rilassarvi in queste terme di Ischia libere e gratuite? Non vi resta che prenotare un albergo qui su Hotelischia.org e venire sull’isola.

La Baia di Sorgeto è pronta ad accogliervi con le sue benefiche acque termali e con i suoi fanghi.