Muoversi in completa libertà è fondamentale per chi vuole vivere tutte le emozioni e le bellezze che l’isola d’Ischia ha da offrire. Inseparabile compagno di viaggio di chi ama muoversi con agilità ed indipendenza, lo scooter è sicuramente il mezzo preferito con il quale scoprire i tesori dell’Isolaverde. 

Ischia è un territorio che unisce in maniera sublime il mare e la montagna. Forse punto di partenza perfetto per effettuare il proprio giro dell’Isola è sicuramente  uno dei tanti borghi che rendono l’isola un catino verdeggiante ricolmo di storia e tradizioni. Le strade che incontriamo in prossimità di borghi come quello di Forio o di Ischia Ponte, aree pedonali con servizi di parcheggio esterni, sono tutte a media percorrenza e costeggiano inevitabilmente tante attività, divertimenti e punti di Interesse di vario tipo. È utile sapere che le aree a traffico limitato sono tante e tutte circoscritte ai centri principali dell’Isola.

Partiamo del comune di Ischia con il nostro itinerario e seguiamo delle comode e pratiche regole che renderanno davvero facile vivere il tessuto urbano senza troppe difficoltà. La zona del Porto di Ischia è sempre molto trafficata, data la presenza dei tanti passeggeri che transitano in arrivo e partenza sui vari aliscafi e traghetti. Transitare in questa zona sempre con attenzione è d’obbligo, ma è sicuramente difficile non lasciarsi distrarre dalla bellezza dell’antico porto borbonico datato 160 anni. Doverosa quindi una sosta in una delle tante aree di parcheggio dedicate agli scooter e concedersi una passeggiata nella sulla Riva Destra, su Via Roma e su C.so Vittoria Colonna. È possibile trovare delle aree parcheggio nelle immediate Antiche Terme Termali e del Palazzo Reale su Piazza Antica Reggia. È un ottimo punto di partenza, questo, per godere di alcune delle bellezze e particolarità del comune di Ischia. 

Tronando dalla passeggiata è sicuramente indispensabile una visita al borgo più antico dell’Isola; Ischia Ponte. Partendo dalla zona del porto si attraversa Piazza degli eroi e ci si avvicina alla zona di Ingresso del borgo , dove sono ubicate le aree di sosta per scooter. Dalla zona del Seminario è possibile cominciare una passeggiata in una zona pedonale che attraversa tutto il cuore del “Borgo di Celsa” (altro nome di Ischia Ponte che viene  dall'abbondanza di alberi di gelso che fiorivano in tutta la zona ed erano utilizzati per la produzione della seta dagli antichi monaci che risiedevano nel borgo ) fino ad arrivare al cospetto dell’immensa mole del Castello Aragonese che volge il suo sguardo sul grande piazzale delle Alghe ed alla vicina Torre di Guevara che si specchia nella Baia di Cartaromana.

La comodità di muoversi in scooter si mostra in tutta la sua praticità quando si è in uscita dal borgo e con soli 10 minuti di tragitto è possibile, con il proprio mezzo, raggiungere i Borghi sia di Cartaromana che di Campagnano. La prima regala una vista del Castello davvero indimenticabile ed una possibile visita alla Torre di Guevara, detta anche di Michelangelo, che spesso ospita rassegne e mostre di vario genere.

Il borgo di Campagnano è il punto di accesso alle zone collinari a picco sul mare di Piano Liguori e San Pancrazio. È possibile trovare ampie aree parcheggio nel Centro Campagnano, nelle vicinanze della piazza sulla quale si affaccia la Chiesa della Santissima Annunziata, e cominciare uno stupendo percorso trekking che via accompagnerà alla scoperta dell’anima contadina e naturale di uno dei versanti più belli di tutta l’isola.

Hotelischia.org offre un servizio di noleggio, in  collaborazione con le più fornite ed affidabili aziende dislocate sul territorio isolano, che permetterà ai viaggiatori di prenotare insieme al soggiorno anche il proprio mezzo di trasporto preferito.

Uscendo dalle contrade collinari del comune Ischia possiamo dirigerci verso le zone più alta dell’isola. Incrociamo nuovamente piazza degli eroi, punto di riferimento grazie al quale è possibile sempre recuperare l’orientamento, ci accingiamo a salire alla volta del Comune di Barano. La strada, che porta ad uno dei comuni che racchiude alcuni dei tesori più preziosi dell’isola di Ischia,  si snoda tra la vegetazione mediterranea che cambia a seconda della distanza dal livello del mare, i grandi Pilastri di epoca seicentesca che fanno da storico confine ideale tra il e territorio di barano e quello di Ischia e scorci campestri che regalano profumi e colori davvero unici. In scooter è possibile apprezzare al meglio tutti i tragitti dell’Isola ed uno dei più suggestivi nel comune di Barano è quello che congiunge il centro del piccolo paese arroccato alle prime falde dell’Epomeo alla splendida Baia dei Maronti; un susseguirsi di tornanti che avvolgono il grande muro costiero e che degradano verso il mare regalando un panorama stupendo sulla Baia e sulla “torre di Sant’Angelo” che domina ed incornicia l’omonimo borgo. La Baia dei Maronti offre diverse aree parcheggio a pagamento che renderanno il più semplice possibile il vostro accesso alle spiagge più attrezzate, ai lidi liberi o ai tanti ristoranti che affollano la spiaggia più grande dell’Isola. Una volta in spiaggia è possibile recarsi a piedi fino alle terme di Cavascura, che hanno il loro ingresso proprio in una grande apertura,a ridosso della passeggiata che porta da un capo all’altro della baia, che taglia l’entroterra costiero fino ad arrivare proprio alle antiche fonti romane. Sempre sulla baia dei Maronti è immancabile una visita alla zona delle Fumarole, in questa zona il sottosuolo sprigiona una notevolissima energia termica che produce nuvole di vapore nell’ambiente esterno e bolle di gas nel mare alla temperatura di circa 90°C.

Grazie alla comodità di uno scooter è possibile, dopo i Maronti, spostarvi ancora più in alto e raggiungere un luogo che racchiude in se storia, benessere ed innovazione. Nella zona precedente a Buonopane troviamo infatti le Antiche Fonti delle Ninfe di Nitrodi ovvero la SPA più antica del mondo. La grande area di parcheggio, posizionata la di sotto di un ponte, vi permetterà di raggiungere a piedi l’ingresso delle Fonti.

Qui avrete la possibilità di conoscere più da vicino la storia del termalismo dell’isola d’Ischia (che comincia con gli antichi romani che proprio a Nitrodi eressero templi in onore del dio Apollo e del dono delle aque miracolose che si credeva lui avesse donato agli uomini), apprezzare alcuni dei trattamenti di benessere più ricercati dell’Isola ed infine provare l’acqua del benessere più famosa del mondo.

È nostro interesse ricordarvi che Hotelischia.org offre un servizio di noleggio, in  collaborazione con le più fornite ed affidabili aziende dislocate sul territorio isolano, che permetterà ai viaggiatori di prenotare insieme al soggiorno anche il proprio mezzo di trasporto preferito.

Da Nitrodi il giro dell’Isola d’Ischia in scooter continua verso la parte più alta dell’Isola, Il Borgo di Serrera Fontana ed il Monte Epomeo. Consigliabile soffermarsi nel piccolo centro di Buonopane, la patria di alcune tra le tradizioni più antiche dell’Isola come la “N’drezzata” e a “Vattuta e l’asteche”. Queste sono le due danze tipiche dell’isola ed una grande decorazione in maioliche decorate nel centro di buonopane ne ricorda la nascita e la consacra ad anima del Folklore ischitano.

La strada che porta verso la vetta più alta dell’isola è ovviamente da percorrere sempre con attenzione data la grade quantità di curve e tornanti che la caratterizzano. I borghi di Serrara e di Fontana, che compongono il comune alle pendici dell’Epomeo, sono davvero un’ esempio di quel macro mondo che Ischia da la possibilità di osservare a chi si concede la possibilità di viverne il territorio in autonomia e con tanta curiosità e voglia di scoprire questo luogo unico al mondo. Un piccolo paesino costituito da poco centinaia di case tutte raccolte attorno alla vetta della bocca dell’antico vulcano che da vita a tutta l’isola. Nei boghi è possibile trovare tante aree dove accantonare per un attimo il proprio mezzo di locomozione e lasciarsi trasportare dalle amozioni di una salita verso la vetta dell’Epomeo;  un percorso trekking da affrontare con la dovuta organizzazione che offre la sia possibilità di godere della vista a 360gradi dell’Isola d’Ischia e anche quella di gustare alcuni dei piatti tipici Ischitani come il Coniglio; diverse infatti le piccole trattorie che si possono incontrare lungo il tragitto e grazie alle quali trovare ristoro prima dell’arrivo in vetta.

La fatica grazie al vostro mezzo si riduce all’indispensabile e potrete quindi da qui continuare il vostro giro di Ischia in scooter. La strada dal Comune di Serrara comincia la sua discesa verso l’altro versante dell’Isola. Sempre nel comune di Serrara Fontana, ma sul mare, è posizionato lo stupendo Borgo di Sant’Angelo che in lontananza il panorama vi avrà più volte regalato fino a questo punto. Prima di continuare verso il comune di Forio la strada piega fortemente verso il mare e vi conduce attraverso il borghi di Panza, Succhivo ed infine Sant’Angelo.

Questo caratteristico centro è totalmente pedonale ed all’ingresso di esso è possibile trovare 3 aree parcheggio a pagamento dislocate in diverse zone e quindi a diverse distanze dall’accesso pedonale (vi consigliamo sempre di utilizzare le aree parcheggio private non per questioni di pura sicurezza ma principalmente per praticità e qualità dei servizi). Sant’Angelo è un borgo da vivere in piena tranquillità per una passeggiata, una gustoso break in riva al mare o solo per scoprire un luogo che ebbe a far innamorare di se artisti, poeti e grandi personalità provenienti da tutto il mondo. Nelle immediate vicinanze del vicino borgo di Panza troviamo inoltre la strada che porta d uno dei gioielli di Ischia; la baia di Sorgeto: una serie di piccole vasche naturali dove il calore dell’acqua termale che sgorga dal sottosuolo raggiunge temperature di circa 100°, dando modo, a chi ne abbia voglia, di fare un bagno in ogni periodo dell’anno o momento della giornata.

Lasciato alle spalle il borgo marinaro del comune di Serrara Fontana potrete proseguire alla scoperta di uno dei comuni più grandi e più belli dell’intera isola, Forio. Il territorio è vasto ed è importante orientarsi con attenzione. Come prima tappa è possibile scendere verso la Baia di Citara che incontriamo per prima mentre ci immettiamo nel comune di Forio. La strada volge verso il mare con una serie di tornanti ed arriva ad un largo piazzale dove è possibile accedere alle diverse aree parcheggio a pagamento. La baia di Citara è una delle più grandi di Ischia ed incastonato in questo angolo di paradiso troverete lo stupendo Parco Termale Poseidon; un’oasi di benessere super attrezzata dove concedersi una giornata di totale relax e coccole termali. Dalla Baia di Citara è possibile spostarsi alla vicina Spiaggia di Cava dell’Isola, meta preferita dal pubblico più giovane, che potrà essere il posto giusto dove trascorrere una giornata di mare e divertimento. In sella al vostro scooter potrete raggiungere rapidamente i Giardini Ravino, uno stupendo giardino di piante desertiche, per una sosta che saprà sicuramente suscitare la vostra curiosità e voglia posti unici. Da qui è facile raggiungere in 5 minuti il centro di Forio. Nella zona del Porto è possibile trovare diverse aree parcheggio, libere ed a pagamento, per il vostro scooter e cominciare a scoprire il centro del borgo antico fatto di vicoli e panorami mozzafiato. In scooter è possibile raggiungere proprio uno dei luoghi più belli e conosciuti dell’Isola, la Chiesa del Soccorso. La zona del centro del comune di Forio è sempre molto viva ed è quindi buona regola fare sempre molta attenzione alla guida del vostro mezzo di trasporto.

Forio ha una grande quantità di spiagge, ed infatti lasciando il centro è possibile incontrare la grande spiaggia della Chiaia  e le strade che portano all’incantevole baia di San Francesco. In scooter è possibile immettersi nella stupenda e verdissima zona di Zaro, nella quale è ubicato lo stupendo Giardino Botanico La Mortella. Nella zona di Zaro siamo ad un punto di confine con il territorio del comune di Lacco Ameno. La strada scende in maniera significativa in una grande conca che si rialza rapidamente e ci da la possibilità di vedere di nuovo il mare, fin qui nascosto dalle grandi chiome verdi propri del bosco di Zaro, e di inoltrarci verso la Baia di San Montano. In questa baia è ubicato un altro grande e bellissimo parco Termale, il Negombo, ed è possibile raggiungere da qui il vicino complesso museale di Villa ArbustoSan Montano è il luogo storico forse più famoso dell’intera isola; è stata infatti ritrovata qui la Coppa di Nestore, conservata in nel museo archeologico lacchese, che è la traccia del primo insediamento greco della costa tirrenica ed in particolare dell’Isola d’Ischia. Facile raggiungere in rapidità il centro di Lacco Ameno ed è consigliabile muoversi a piedi all’interno della zona pedonale date le distanze poco proibitive che collegano i vari punti di interesse del comune. All’ingresso si piazza del Capitello, verso il mare, è possibile trovare delle vaste zone parcheggio proprio a ridosso della costa.

È nostro interesse ricordarvi che Hotelischia.org offre un servizio di noleggio, in  collaborazione con le più fornite ed affidabili aziende dislocate sul territorio isolano, che permetterà ai viaggiatori di prenotare insieme al soggiorno anche il proprio mezzo di trasporto preferito.

La strada che collega  i comuni di Lacco Ameno e Casamicciola e molto comoda e costeggia il mare regalando una piacevole passeggiata. Entriamo proprio nel  comune di Casamicciola che si apre in tutta la sua bellezza. La grande carreggiata che confina con la banchina del porto turistico, la Piazza Marina con la sua fontana ed il corso che con le sue tante attività affacciate sul mare; un luogo che ha i suoi tesori però nascosti nel sottosuolo e nella sua parte più collinare. La comodità dello scooter renderà infatti possibile l’accesso alle zone termali più importanti della storia ischitana come La Rita e Piazza Bagni, posizionate nella parte alta del comune. Qui infatti sarà possibile lanciarsi alla scoperta di alcune delle fonti termali più antiche dell’Isola ed un’entro terra ricco di vigneti e importanti ville storiche.

Lasciando il Comune di Casamicciola terminiamo il nostro giro dell’Isola in scooter volgendo ancora una volta verso il porto di Ischia. Le soprese però non sono ancora finite perché proprio prima di lasciare il ridente comune termale troviamo la zona dei Vagnitielli; una sorgente termale che sgorga nelle limpide acque di una piccola spiaggia libera ed un attrezzato parco termale che potrà essere una sosta interessante ed all’insegna del relax.

La libertà di muoversi è la libertà di godere della bellezza, della natura e del benessere dell’isola di Ischia, sempre nel rispetto dell’ambiente e delle norme. Scegli la tua vacanza, trova lo scooter che più ti piace e sei pronto per vivere la tua meritata e comodissima vacanza con Hotelischia.org.

Noleggia il tuo scooter chiamando allo 081 180 88 050 o inviando un email a info@hotelischia.org